Leonardo – Storicamente incorretto? (SPOILER)

Bentornati, oggi andiamo a parlare brevemente della miniserie LEONARDO.

Si è conclusa questo martedì LEONARDO, fiction in otto puntate andata in onda su RAI 1. La miniserie segue a grandi linee la vita del Maestro vincesino, dal suo apprendistato a Firenze presso la bottega di Andrea Verrocchio, all’inizio della conclusione del suo percorso artistico che lo porterà a finire La Gioconda.

Nel corso delle puntate conosciamo la figura del celebre pittore Leonardo da Vinci che da giovane apprendista riuscirà ad affermarsi come artista indipendente e di importante fama, non senza problematiche: nella serie viene espressa una sua possibile omosessualità, che per poco non lo rovinò date le restrizioni della chiesa cattolica.

Leonardo cambierà spesso città, non solo per scappare dai pettegolezzi e dai pregiudizi, anche a causa dei tumulti sociali e politici come la discesa in Italia dei francesi con la conseguente fuga di Ludovico il Moro, protettore del pittore.

La miniserie si sofferma maggiormente sul rapporto del pittore con Caterina da Cremona, sua musa sin dai tempi dell’apprendistato, che sulla sua arte e il suo essere anche un ingegnere. Seppure non ci siano prove dell’esistenza di questa donna, pare essere di fondamentale importanza per l’artista vincesino. Si pensa che la sua ipotetica esistenza derivi da teorie in merito a chi fosse la donna ritratta nello studio di Leda col cigno, mentre in altri casi si crede che sia veramente esistita. Mistero!

Riguardo al loro rapporto, rappresentato nella serie, noi scherzando pensavamo che il titolo migliore per questo prodotto sarebbe stato forse LEONARDO E CATERINA o ancora meglio CATERINA E LEONARDO, dato che tutto pare girare intorno a lei. Ma ripetiamo, non si hanno vere prove della sua esistenza quindi, se fosse veramente esistita, non sappiamo nulla sulla natura del loro rapporto, o quando fosse in realtà così forte.

Veniamo poi al tema che da tempo pare essere diventato la notizia del secolo: la presunta omosessualità di Leonardo. Come già detto, nella serie viene rappresentato il suo orientamento sessuale, anche se non è chiaro a volte, dato il rapporto non ben specificato con Caterina. Ma nella realtà, era omosessuale? Non lo possiamo sapere con certezza, data la forte affibiazione sodomitica dell’epoca al rapporto fra due uomini, se fosse stato vero Leonardo comunque potrebbe averlo mantenuto un segreto.

Tirando le somme, non possiamo dire con certezza se LEONARDO sia un prodotto storicamente incorretto, noi personalmente non ne abbiamo le risposte.

Ma veniamo a noi, ci è piaciuta nel complesso questa miniserie? Abbastanza.

La fotografia è davvero bella, con frequente uso di luci diegetiche che hanno dato ad alcune scene una poetica intima, calda e di tranquillità. I costumi sembrerebbero, più o meno, storicamente corretti e a parer nostro ben ricreati.

Alcune scene, seppure ci sia una buona regia, sono però lente e distraggono lo spettatore dalla trama complessiva del prodotto televisivo.

Non abbiamo apprezzato la ritratta latitanza di Leonardo nel dipingere La Gioconda all’interno della serie, sembra quasi che sia diventato il suo capolavoro per caso, senza che lui gli desse tanta importanza, data la difficoltà nel catturare il famoso sorriso della modella. Ma questa è stata solo una nostra impressione.

E ora veniamo a lui, l’attore che ha interpretato Leonardo, l’unico e solo Aidan Turner. Siamo davvero grate che abbia ottenuto questo ruolo perché, seppure non ci dispiaccia affatto vederlo interpretare ruoli di belli tenebrosi e dannati, finalmente può mostrarsi sotto una nuova luce: timido inizialmente, concentrato, ispirato e insicuro a volte, proiettavo verso un arte che mostri la verità intrinseca delle persone, della natura e del mondo. La sua interpretazione ci è piaciuta molto!

Matilda de Angelis assume i panni della presunta Caterina da Cremona che, seppure ripetiamo non ci sono prove su chi fosse o se fosse realmente esistita, interpreta un ruolo complesso di una donna che per lavoro posa per gli artisti e a volte è anche cortigiana, mantenendo intatto il suo essere sicura di sé, ma con debolezze che la rendono un personaggio diverso da altri simili al suo, che ci è capitato di vedere sul piccolo e grande schermo.

La serie LEONARDO è da vedere? Secondo noi si, ma provando a dividere i fatti storici da quelli rappresentati nel prodotto televisivo, che appaiono appunto molto romanzati.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...