Disincanto – Matt Groening e le citazioni

Sono disponibili su Netflix le prime tre parti della serie Disincanto a cura dell’autore Matt Groening, già ideatore dei Simpson e Futurama e oggi ne andiamo a parlare.

Di cosa parla Disincanto?

Seguiamo la vita della principessa Tiabeanie, chiamata maggiormente Bean, che vive con il padre Re Zog nel regno di Dreamland. Andando contro i canoni classici delle principesse, ella non vuole saperne ne di sposarsi ne di regnare, desidera solo passare il tempo al bar ad ubriacarsi in allegria.

Quando il Re le trova un pretendente, lei trova fra i regali di nozze uno scrigno da cui esce un demone, Lucy, che dapprima instaurerà un rapporto d’astio con lei, ma che in seguito porterà alla nascita di una grande amicizia. A completare l’improbabile squadra si aggiunge Elfo, un elfo (gioco di parole non voluto) che non ama la vita da … elfo e quindi lascia la patria in cerca di avventure, arrivando a Dreamland.

I tre vivranno bizzarre e impensabili avventure che porteranno alla scoperta del segreto della famiglia reale, che cambierà molto la visione del mondo da parte di Bean.

Riassumere nel complesso la storia e gli eventi di Disincanto non è facile, perché in ogni episodio vengono introdotti personaggi nuovi, nuove avventure e alcune vicende risultano autoconclusive.

La serie riprende sia nei disegni, sia negli intrecci e nelle tematiche, lo stile che ha reso famoso Matt Groening: si noti l’uso della comicità a volte nonsense o la violenza gratuita che per nulla sorprende i personaggi, lasciandoli impassibili; la presenza di personaggi bizzarri venuti da un luogo più o meno lontano (come gli alieni nei Simpson e Futurama); amori improbabili ma che introducono la tematica dell’inclusività, del non razzismo e della non omofobia; dedizione agli eccessi come perversioni sessuali, abuso di alcol o stupefacenti e così via…

Ma soprattutto anche qui il caro papà dei Simpson e Futurama inserisce tantissime citazioni a film, serie tv e libri, alcuni esempi sono: partendo dal personaggi di Bean, notiamo una somiglianza con Daenerys Targaryen di Game of Thrones e troviamo chiaramente rappresentato lo stesso trono fatto di spade in un scena di Disincanto; sono presenti alcuni riferimenti al Signore degli Anelli, citando ad esempio la scena dell’anello che finalmente viene gettato nel Monte Fato; in un episodio viene citata la figura del primo famoso circense P.T. Barnum, ripreso anche nel film The Greatest Showman; Vengono citati in un paio di episodi i due fratelli Hansel e Gretel, tratti dall’omonimo racconto dei fratelli Grimm etc…

La serie è folle, davvero fuori di testa, ma forse è questo che ci ha colpite e ci ha fatto appassionare. In tempi incerti come questo è sempre bello avere un prodotto tranquillo da gustarsi con uno snack e una tazza di tè. Abbiamo adorato nello specifico il personaggi Lucy (chiaro riferimento a Lucifero), demonietto tentatore, manipolatore, sempre pronto a ricavarne qualcosa dalla situazione. Fantastico!

Grande importanza viene data alle ambientazioni, molto dettagliate e colorate in cui ogni elemento ha una sua funzione. Gli amanti di Futurama apprezzeranno!

Abbiamo notato l’uso dell’animazione 3D per creare dei movimenti di macchina che, presumiamo, non si sarebbero resi facilmente in animazione tradizionale.

Aprendo una brevissima parentesi sul doppiaggio (noi l’abbiamo vista in italiano), abbiamo notato dalla wiki che molti dei doppiatori in lingua originale hanno prestato la voce a diversi personaggi. Interessante come scelta! Chi tra di voi avesse visto questa serie in originale, lo avevate notato?

Arriviamo al nostro giudizio finale: ve la consigliamo caldamente se siete fan dei precedenti prodotti di Matt Groening, ma anche se non lo siete o non ne li avete mai visti. È una serie divertentissima e leggera che in pochissimo tempo finirete senza rendervene conto, perchè si presta benissimo al binge watching. I personaggi, poi, sono tutti uno più pazzo dell’altro e, seppure siano delle caricature, vi affezionerete immediatamente a loro.

Anche per oggi la recensione finisce qui, ci vediamo alla prossima!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...