The Right Stuff – #Acculturiamoci

Oggi andiamo a recensire una serie targata National Geographic, disponibile su Disney +, ovvero The Right Stuff.

DISCLAIMER: questa è la mia prima recensione di un prodotto che tratta di fatti realmente esistiti, perdonatemi se dimenticherò qualche passaggio o non lo spiegherò accuratamente bene.

Siamo nel 1959 e la NASA inizia la ricerca di astronauti per il progetto Mercury, prima missione spaziale e solo sette su centinaia di candidati saranno scelti: Alan Shepard, Virgil “Gus” Grisson, John Glenn, Malcom Carpenter, Walter Shirra, Gordon “Gordo” Cooper e Donald Slayton. I Mercury Seven, così chiamato il gruppo dei selezionati, verranno sottoposti a interviste e le rispettive famiglie diventeranno un icona Americana, controllati dai media.

Dei sette, ormai delle celebrità, si organizzeranno gli ordini di lancio dei rispettivi singoli astronauti, concorrendo al titolo di primo uomo nello spazio.

Viene sottolineato nel titolo il concetto di “avere la stoffa”, in questa serie non si parla solo di capacità fisiche come la resistenza e la prontezza, ma si parla anche di stato sociale, di famiglia, di età e di icona. Si parla di fraternità, di rispetto verso il gruppo e di non voltarsi mai le spalle. L’America verrà rappresentata dai Mercury Seven, in seguito dai primi tre e poi dal primo uomo che andrà nello spazio. Loro saranno l’America e di conseguenza dovranno presentarsi in un certo modo, sorridere sempre, essere affascinanti nell’esprimersi, coinvolgenti, sempre sicuri. Dovranno essere la famiglia di tutti, la famiglia americana per eccellenza, quindi in questo progetto non sono ammessi errori o sbavature. La pressione è forte e si commettono sbagli, che non di dovrebbero fare.

La fotografia, che dire, PAZZESCA, nitida e pulita. Ma che gli vogliamo dire a National Geographic?!? Anche il comparto sonoro è ottimo, idem: MA DI CHE STIAMO PARLANDO?!?

Non ho avuto modo di vedere documentari sui Mercury Seven ma in questo prodotto che stiamo recensendo oggi direi che la recitazione è ottima, alcuni di voi potranno riconoscere Colin O’Donoghue nei panni di Leroy Gordon Cooper che per anni ha interpretato Killian Jones in ONCE UPON A TIME e Jake McDorman nel ruolo di Alan Shepard, per i nostalgici il Raymond di Aquamarine o nei ruoli in Die Hard e American Sniper.

Davvero un’ottima serie, di cui penso faranno una seconda stagione dato il punto di svolta della trama nell’ultimo episodio.

Consiglio questa serie? Certo che si!

La narrazione è fluida, chiara e la regia è davvero di grande qualità. Personalmente, non mi capita spesso di prendere visione di un prodotto simile, ma sono rimasta davvero sorpresa e soddisfatta da questa serie tv.

CONSIGLIATISSIMA!

Vi lascio al trailer, alla prossima recensione!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...