Curon – Leggende oscure nostrane (No Spoiler)

Una nuova serie italiana approda su Netflix e noi siamo pronte, FORSE.

Dopo Luna Nera che, sono gusti, a noi non ha convinto, ci siamo approcciate a questo nuovo prodotto in punta di piedi. 

Curon è ambientata nell’ omonima (e totalmente reale) cittadina del Trentino, Curon Venosta, sul Lago di Resia, nel cui mezzo delle acque vi è un campanile, senza campane, della perduta chiesa, unico superstite di una inondazione dovuta all’unione di tre laghi tramite una diga. 

La serie ruota intorno a questo Lago oscuro che tanto attrae quanto inquieta.

Una famiglia si trasferisce a Curon, dove la madre è nata e cresciuta, ma che ha, per una misteriosa causa, lasciato per vivere a Milano.

Nel borgo vi sono due famiglie locali che non troppo si sopportano a vicenda, i Raina e gli Asper, e no, non ci stiamo confondendo con Romeo e Giulietta.

I protagonisti sono i gemelli Mauro e Daria e la madre Anna Raina, che si trasferiscono all’hotel del nonno e iniziano a frequentare la scuola.

Il soggiorno non è piacevo per i due ragazzi, che vogliono solo tornare a Milano, ma qualcosa di oscuro li attende. 

Nella cittadina vi è una leggenda, che fa riferimento alla mancanza delle campane nel campanile del lago, ma che qualcuno sostiene di aver sentito suonare. Quando questo accade, si dice sia un presago di morte.Curon

Se questo non fosse già abbastanza inquietante, Anna scompare e i due fratelli decidono di andare a cercarla, imbattendosi in quella che solo in apparenza sembrava una leggenda.

Tra il cast vi è Valeria Bilello, che interpreta Anna, la potreste conoscere per altri prodotti cinematografici, ma anche per Sense8 in cui interpreta Lila Facchini, mentre per i nostalgici il piccolo “Mimmo” de I Cesaroni, ovvero Federico Russo, qui ha il ruolo di Mauro Raina.

Le atmosfere della serie un po’ ricordano Dark (e non è un insulto): l’ambiente boschivo, la fotografia scura e fredda e un mistero che ha radici ben più antiche di quello che vuol apparire. Quando questi tre elementi vengono accostati le aspettative intrigano molto, ma alla fine dipende tutto dalla sceneggiatura e dalla messa in scena.

Seppure non ci sia troppa suspense, la serie inquieta e intrattiene, ma ha anche i suoi difetti, come la mancanza di una spiegazione un pò più precisa del mistero ( per non far spoiler tutto quello che succede nella serie lo limitiamo a questa parola) e delle sue origini o derivazioni. O forse, le spiegazioni sono state veicolate in modo troppo articolato e non ci sono pervenute, in quel caso chiediamo venia.

m6xDDi

Nel complesso ve la consigliamo, lo troviamo un prodotto discreto e con una bella spolverata di esoterismo che non guasta mai. 

Di seguito vi lasciamo al trailer:

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...