Hollywood – Netflix ci trasporta nella città dei sogni (No Spoiler)

La miniserie di Netflix, resa disponibile dal primo maggio 2020, racconta di uno spaccato della Hollywood degli anni 50-60 in cui le vite di diversi personaggi, ognuno con i propri sogni e aspirazioni, si intrecciano.

Il nostro protagonista è Jack Castello (Italoamericano? Non lo sapremo mai), ovvero David Corenswet, già incontrato in “The politician”, che ha un solo sogno: diventare una star del cinema. E ne ha tutte le caratteristiche: bellezza da copertina, sorriso smagliante, occhi brillanti e fisico prestante; l’unica cosa a mancargli è, FORSE, l’esperienza.

Tra gli altri principali personaggi abbiamo Raymond Ainsley (Darren Criss), giovane regista che vuole portare freschezza, novità negli studi della ACE Studios. Camille Washington (Laura Harrier), attrice afroamericana che vuole diventare famosa e Archie Coleman, sceneggiatore afroamericano alle prime armi che vuole rincorrere il sogno di affermarsi per la sua arte.

Per gli amanti del cinema e dei retroscena questa serie risulterà molto interessante, gli appassionati riconosceranno i vari stadi di produzione e confezionamento di un film, dal brain-storming al controllo delle clip finali.

hollywood-scopriamo-cast-trama-serie-netflix-v4-443161-1280x720.jpg

Saranno riconoscibili anche i movimenti di macchina utilizzati e le tecniche di ripresa.

Tra gli attori più maturi troviamo precedenti collaborati di Ryan Murphy, come Dylan McDermott (American Horror Story) e Patti Lupone (che non ha bisogno di molte presentazioni, ci basta dire “Pose”).

patti_better.gif

La fotografia di questa miniserie è calda e luminosa, a sottolineare il fatto che ci troviamo in un luogo dove i sogni si avverano (o almeno dovrebbero), anche i costumi sono molto accesi, brillanti, a volte dai toni pastello, ma mai tristi o spenti. Sono rare le scene notturne, che sono quelle che mettono più a repentaglio questa rappresentazione onirica di Hollywood.

É facile trovare punti in comune con i personaggi, che hanno i loro demoni e le loro preoccupazioni ma soprattutto credono in qualcosa, e desiderano ardentemente riuscire a raggiungere la vetta.

La serie ha però qualche problema, sul finale corre troppo, come se fosse arrivata sul picco della montagna e avesse deciso di correre giù in picchiata, e di conseguenza la trama subisce delle crepe, addolcendo un po’ troppo la storia che si era venuta a formare. La scrittura di alcuni personaggi non viene rispettata dall’inizio alla fine delle serie e vi sono delle incongruenze.

Nel complesso non è una serie malvagia, ha i suoi alti e bassi e ha portato una visione più dettagliata della Hollywood di quei tempi, seppure non molto originale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...