Treadstone e i mille dubbi che ancora mi assalgono

Dopo una settimana di pubblicità molesta sono crollata. Sarà la pioggia, sarà che mi manca Jack Ryan, sarà che nel cast c’è Brian J. Smith e il mio cuore piange ancora per Sense 8, ma alla fine ho ceduto. Il mio cervello ha provato a fermarmi, ma sono capitolata di fronte alla possibilità di una nuova serie action.

giphy (1)

Ora, da quando ho iniziato a vedere Treadstone, e raccontare ai miei amici della nuova serie responsabile di tante ore di sonno perdute, tutti mi hanno fatto la stessa domanda:

source

Ci sono due possibili risposte, una breve e pragmatica e una lunga, piena di digressioni e complicata. Le esporrò entrambe per amor di giustizia, potrete scegliere, ma impantanatevi in questa partita di Risiko a vostro rischio e pericolo.

giphy (2)

  1. Treadstone è uno spin-off della serie di film con protagonista Jason Bourne.    Esatto, Matt Damon col lavaggio del cervello. Quei film.
  2. Treadstone è il nome del progetto che ha trasformato Jason Bourne in una macchina da combattimento, cancellando il suo passato e rendendolo un operativo pronto ad obbedire ad ogni ordine senza battere ciglio. Ma prima di Treadstone, ai tempi della Guerra Fredda, è stato il KGB a strutturare il primo programma che, tramite condizionamento mentale, torture e un duro allenamento, ha creato una nuova arma umana. É il 1973 e questa nuova arma è un agente della Cia, John Bentley, che è stato catturato e scelto da Petra, un agente del KGB, per far parte del programma e diventare una spia dei russi da usare contro gli americani. John però riesce a liberarsi, solo per scoprire di essere scomparso per 9 mesi di cui lui non ricorda nulla. Conscio di aver subito una sorta di lavaggio del cervello, decide di fare di tutto per scoprire cosa gli sia accaduto dopo essere stato catturato e svelare tutti i segreti di questo progetto noto come “Cicada”.                                                    Alla storia di John si alternano quella di una serie di agenti dormienti che, ai giorni nostri e in diverse parti del mondo, vengono risvegliati con nuove missioni da portare a compimento. A tentare di porre un freno a ciò che rimane di Cicada e Treadstone ci sono un agente della Cia, Matt Edwards, e una giornalista, Tara Coleman; ma tutto sembra complicarsi ulteriormente quando a questi misteriosi programmi viene collegato un missile nucleare sovietico conosciuto con il nome di “Stiletto Six”. E no questa non è l’intera storia, ma un semplice riassunto di ciò che viene introdotto nel primo episodio.

qTXFa0V

Non ci avete capito niente? Bene, all’inizio nemmeno io.

Perché bisogna arrivare almeno al 5 episodio per avere un’idea generale di cosa stia succedendo. La prima metà della serie si passa infatti a chiedersi come sia possibile che queste cicadas sparse per il mondo siano collegate, considerando il fatto che sembrino provenire tutte da paesi diversi. Ma qualcosa in comune dovranno pur avere, perché vengono tutte risvegliate e rese attive da quella simpatica canzoncina che è “Frère Jacques”. Non sto qui a dirvi che non ascolterete più Fra Martino allo stesso modo. Anzi, comincerete a canticchiarla in modo creepy, andando in giro per casa e facendo venire i brividi a chiunque viva con voi.

tenor (1)

Naturalmente l’origine di questo programma è solo uno dei tanti interrogativi della serie tv, che finiscono per aumentare a dismisura ed esplodere in faccia allo spettatore medio che si ritroverà alla fine dell’ultimo episodio con più domande che risposte.

giphy (3)

Anche se, come in ogni serie di spionaggio che si rispetti, i problemi sono sempre gli stessi: la Cia è un posto orribile dove questioni scomode vengono distrutte o abilmente nascoste, la Corea del Nord pensa ai missili, i russi ricchi sono tutti ex-KGB e privi di una qualsiasi etica.

tenor

In questo oceano di visto e rivisto, dobbiamo ammettere, che alcuni dei personaggi non ci dispiacciono affatto, anzi, vediamo del potenziale all’orizzonte proprio perché ad una prima occhiata sembrano totalmente normali: una soccer mum nord coreana, un uomo che lavora su una piattaforma petrolifera nell’Artico, una giornalista fallita diventata tassista per pagare le bollette, una spia della Cia con mille domande e con un capo che non sa dove trovare risposte e una ex stella del KGB ancora legata ad un ideale ormai sparito. Persone più o meno normali, cioè non spunterà James Bond con un Aston Martin quando meno te lo aspetti.

giphy (4)

Treadstone si dimostra un discreto passatempo, con una trama decisamente debole, ma dei personaggi che riescono a salvare il salvabile.

P.s. Guardate la serie in inglese perché il doppiaggio non è tra il salvabile sopra citato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...