What we do in the shadows – Non i soliti vampiri (NO SPOILER)

La serie a cura di Jemaine Clement, Taika Waititi, Jackie van Beek e Jason Woliner è un falso documentario della vita di un gruppo di vampiri e il famiglio Guillermo che vivono in una casa a Staten Island.

I protagonisti della serie sono Nadnor, vampiro ottomano di oltre 700 anni divenuto ora maestro e padrone di Guillermo. Ha un carattere molto superbo e orgoglioso delle sue origini e della sua vita prima e dopo la trasformazione, essendo stato un sultano sposato con 37 donne. Non sospetta che Guillermo voglia davvero diventare un vampiro lui stesso.

Nadja e Lazlo sono i due vampiri sposati da secoli, lei lo ha sedotto in passato e di seguito trasformato. Sono una coppia molto affiatata che si ama molto. Lei è una creatura molto affascinante che ha fatto innamorare molti nell’arco dei secoli e ne va molto orgogliosa.

Colin Robinson è quello che viene definito un vampiro energetico, ovvero è diurno, non si può trasformare in pipistrello e non subisce dolore o ferite entrando in chiesa, ma succhia l’energia degli umani con i suoi discorsi profondi ma banali.

L’ultimo personaggio principale è il famiglio Guillermo, di origine messicana con una grande passione per i vampiri da volerne diventare uno lui stesso, sperando che Nandor un giorno lo trasformi. È un buon lavoratore e fedele compagno da oltre dieci anni. Uno dei suoi importanti compiti è trovare dei vergini per nutrire i vampiri.

È una serie molto divertente, sottile, che rappresenta una parodia dei classici film di vampiri, dove qui sono molto ridicoli e impacciati. I personaggi sono molto ben caratterizzati come lo sono i loro pregi, i difetti e i rapporti con gli altri vampiri e la comunità.

La serie è ripresa tramite camera a mano e la fotografia è calda solo quando sono presenti i vampiri, illuminati da luce artificiale. I luoghi chiusi dove sono presenti gli umani sono grigi, scialbi e dall’aspetto noioso.

Pur avendo una ripresa a camera a mano si vede che la serie ha una bella produzione, ad esempio dagli effetti visivi come quando i vampiri volano, si trasformano, cambiano colore degli occhi o quando muoiono diventando cenere.

Consiglio molto questa serie perché non è banale ma davvero godibile, con protagonisti carismatici e curiosi che ti cattureranno e una storia ridicola ma plausibile, perché vi sono personaggi che pur non essendo umani hanno molto di umano, scoprendo emozioni che non sapevano di poter provare, che li faranno crescere e diventare consapevoli di loro stessi e delle loro vite. Serie consigliatissima!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...