Film Top & Flop 2019 – La Marvel va nell’Umido o nel Non Riciclabile ?

La fine del 2019 si avvicina e puntuali. tanto quanto l’eroe che arriva a salvare la situazione all’ultimo minuto, ecco giungere sul cavallo bianco di Napoleone le nostre considerazioni sui film dell’anno.

Torna Top & Flop, con tanti commenti non richiesti e le nostre solite linee guida che potete riguardare qui sotto. Sono sempre le stesse da quando questa rubrica ha memoria e quindi se siete già pratici, saltate senza remore ed andate alla parte di sostanza.

  • i film presi in considerazione sono quelli visionati dalla redazione e usciti in ITALIA dal 1° Gennaio 2019 al 20 Dicembre.
  • quando scriviamo top&flop non intendiamo il tutto in maniera assoluta e con flop intendiamo prevalentemente i titoli da cui ci aspettavamo di più; che ci hanno deluso, non film orribili che dovrebbero dissolversi nell’etere.
  • noi non siamo guru del cinema (altrimenti mica ci trovavate qui), non possediamo la Walt Disney Company, né tantomeno vantiamo la somma esperienza in cinema di Truffaut.

TOP

JOKER

E6A4C67C-1EAC-48DE-A4D1-8129851EB975.gif

Questo è tipo quel film che ti fa realizzare quanto la vita sia ingiusta. Ingiusta come quando l’industria cinematografica, quella vera, ha tutti i suoi spicci in America ed ovviamente l’America non capisce un cazzo e ti boicotta un film con i contro*****.
Ma niente. Per loro non è abbastanza.
….
Vi meritate cipolle bollite a colazione, pranzo e cena.

MARRIAGE STORY

FBEAE94A-292E-4C5F-B786-C8EF9FB22F90.gif

Signori, ma qui tralasciate tutto: la sceneggiatura, la colonna sonora, le scenografie e lasciate solo Adam Driver e Scarlett Johansson in una stanza a interpretare la performance della vita. Io sono ancora senza parole e sul film ho avuto i miei dubbi, ma su di loro no. Neanche per un istante. Uno di quelle eccezioni in cui una sola scena vale tutto un film. E se avete visto il film saprete di che scena sto parlando.

LA FAVORITA

3D87CCF7-34C8-47D8-BE38-4307D0A70674.gif
Olivia Colman è una regina in tutto e per tutto e questo film è un gioiello vero e proprio, con le sue scenografie e i costumi sopra le righe, parrucche dal volume non indifferente e quei corridoi che sembrano non finire mai. Una storia fuori dal comune raccontata con toni ironici ed eccentrici. Un’unica critica: diamine i titoli di coda che fanno letteralmente male agli occhi.

ROCKETMAN

83B722F3-4AB9-4CD4-AF11-C25ACE5561F1.gif

Dimenticatevi Bohemian Rhapsody. Qui siamo su un altro livello. Partiamo dal fatto che Taron Egerton, zitto zitto quatto quatto, si è cantato tutta la colonna sonora dimostrando al mondo che sì, sa cantare. Continuiamo dicendo che siamo davanti ad un musical fatto davvero bene, affermazione che non viene fuori tutti giorni. E concludiamo facendo un bell’applauso allo sceneggiatore che è riuscito a raccontare la storia di Elton John con un sprint davvero inaspettato.

MIDSOMMAR

428BF64F-B6DB-4C1D-B389-8A08EE382A33.gif

 

Amanti del mondo esoterico riunitevi, questo film fa per voi!

Ambientato in una comunità svedese e tutto girato in piena luce, distaccandosi dai classici canoni horror, Midsommar ti fa gelare si il sangue nelle vene ma è allo stesso tempo una gioia per gli occhi, sia per la sua estetica, il rapporto con le tradizioni autoctone del passato, i dipinti e le rune che danno a tutto una seconda chiave di lettura, rendono davvero questo film un gioiellino da vedere e rivedere per scoprirne sempre un aspetto diverso. Bello davvero bello.

IT CAPITOLO 2

2AAD724B-E897-47DC-8999-88C685C71848.gif

Sequel del primo capitolo del remake di IT, ora sono passati 27 anni da quando i ragazzi di Derry hanno sconfitto la malvagia creatura, ma il male è sempre in agguato e Pennywise torna a terrorizzare la città. Il ritmo è incalzante e frenetico, il film è più oscuro e adulto.

Le paure sotterrate ma non interamente esorcizzate tornano a tormentare i nostri protagonisti, che riusciranno una volta per tutte a sconfiggere IT.

Film molto consigliato, sia preso individualmente che come conclusione di un percorso.

Approvato!

WEATHERING WITH YOU

E70080B0-61B9-442B-8601-7BFD42A4C762.gif

Spin off di Your Name e nuovo lungo metraggio a cura di Makoto Shinkai.

Il film ha sempre la deliziosa poesia ed estetica giapponese che abbiamo ormai imparato a conoscere con Miyazaki e Shinkai stesso.

La grafica è sempre spettacolare, precisa nel dettaglio e unica, seppure la trama non sia originalissima.

Abbiamo inserito il film nei top perché è in grado di descrivere e raccontare temi molto importanti con una dolcezza incredibile, anche i lati più crudi e oscuri he caratterizzano psiche umana.

Davvero consigliato!

FLOP

SE LA STRADA POTESSE PARLARE

Terzo lungometraggio di Barry Jenkins, regista dell’acclamatissimo Moonlight. A differenza di quest’ultimo, che ci aveva colpito molto per un nuovo approccio nei confronti di temi visti e rivisti, in Se La Strada Potesse Parlare, la storia non riesce a brillare per originalità. Il film sembra poggiare solamente sulle spalle di Regina King, che è l’unica in grado di fornire un’interpretazione convincente e viene penalizzato da un montaggio davvero confusionario.

DEE2BB3F-1DF3-40CE-8064-2B5478CC0C19.gif

IL RE LEONE

Questo film rappresenta l’apice dell’evoluzione della CGI, il momento in cui la linea tra realtà e finzione diviene praticamente inesistente. Tecnicamente ineccepibile. Ma la magia finisce qui: le scelte stilistiche ricalcano quelle del film d’animazione originale e da parte di Jon Favreau, che è un regista di tutto rispetto, non sembra esserci l’intenzione di rielaborare il film del 1994. Anche la scelta di uno stile iper-realistico ha finito per essere controproducente, con tratti animali su cui è davvero difficile riprodurre un vasto range di emozioni.

5B8A5957-A099-4343-968F-87177A68E6E1.gif

MIB INTERNATIONAL

La verità è che la sceneggiatura di questo film proprio non ha funzionato: troppo simile ai film precedenti, troppo incerto sulle relazioni tra i personaggi, troppo focalizzato su gag fini a se stesse e macchine ed armi per mettere in mostra la CGI. Qualsiasi spettatore minimo conoscitore della trilogia originale si ritroverà di fronte ad una trama fin troppo ovvia e facilmente prevedibile. Eppure le possibilità c’erano tutte, a partire con un duo comico, quello di Chris Hemsworth e Tessa Thompson, già ben rodato dopo Thor – Ragnarok.

B2FE39BB-F6CF-4271-A2C7-746E073D6992.gif

AVENGERS – ENDGAME

Boh, non so neanche da dove cominciare. Se questo film si fosse fermato un quarto d’ora, uno schifossissimo, minuscolo, insignificante quarto d’ora prima, ORA STO FILM NON SAREBBE QUA E NOI NON STAREMMO INCAZZATE COME UNA VIPERA CORNUTA NEL DESERTO DEL GOBI A MEZZOGIORNO. E invece no. Nella gara a chi fa la pipì più lontano nel metraggio delle pellicole, manco stessimo a fa’ a gara co’ Benhur, i Russo pensano bene di sputtanare anni di pianificazioni e trame, per darci un plot con più buchi di un groviera e personaggi completamente snaturati.

tenor (2)

X-MEN DARK PHOENIX

Il personaggio di Fenice è da sempre stato uno dei più complessi all’interno del franchise degli X-Men, con la paura che prova per se stessa ed i suoi poteri, le sue diverse trasformazioni-rinascite e per la sua difficoltà di allacciare veri rapporti umani.

Detto questo siamo rimaste deluse da un film come Dark Phoenix, che rende tutto più scialbo, scontato, meno coinvolgente e recitato soprattutto male. Eravamo già incerte verso la Turner per un ruolo così complicato e delicato e purtroppo le nostre preoccupazioni sono diventate realtà.

Peccato, sarebbe stato davvero un gran bel film. Delusione!

97E0DDC6-1DBF-481C-97D6-F77C5ECDD401.gif

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...