I Simpson e i migliori “La Paura fa Novanta”

Ci sono poche cose certe ad Halloween: Tim Burton e l’episodio speciale a tema Halloween dei Simpson.

Intitolato Treehouse of Horror (La Paura fa Novanta in italiano), arrivato quest’anno al 30° anniversario, è stato inaugurato durante la seconda stagione della serie tv animata e da allora è stato un appuntamento ricorrente del mese di Ottobre.

Nonostante la presenza di alcuni episodi originali, solitamente nei soliti 25 minuti di episodio vengono compresse 3 mini-storie ispirate a film, libri o serie tv famose e rivisitate in chiave horror. In pieno stile Simpson, naturalmente.

Quest’anno, per celebrare Halloween abbiamo deciso di proporvi quelli che per noi sono gli episodi migliori e che magari valgono un rewatch.

La Paura Fa Novanta I

Non si può che citare le origini. Il primo episodio a tema Halloween risale al 1990 e getta le basi per tutti gli episodi a tema horror successivi. Le tre storie, una su una casa infestata, una con protagonisti gli alieni verdi che fanno capolino ogni tanto e la terza con una lettura accompagnata da animazioni della poesia “Il Corvo” di Edgar Allan Poe spaziano il più possibile nel panorama horror e sci-fi. Anche in questo primo caso, i mini episodi sono parodie grottesche di fonti già esistenti.

Ammettiamo che il nostro preferito è il terzo, che non può che ricordarci “Vincent” di Tim Burton, che resta uno dei corti animati più belli di sempre.

La Paura Fa Novanta V

Altro episodio che vale la pena menzionare.

La prima storia è tutta a tema Shining, con un Homer impazzito per la mancanza di birra e tv via cavo e che cerca di uccidere la sua famiglia.

La seconda lo vede invece trasformare il tostapane in una macchina del tempo che lo porta in realtà alternative e lo mette in situazioni alquanto spiacevoli.

Nella terza la mensa della scuola elementare diventa più losca del solito, cominciando a cucinare i bambini al posto della carne.

La Paura fa Novanta X

Nella prima parte della decina edizione dello speciale di Halloween i Simpson finiscono per uccidere per sbaglio Ned Flanders, in una parodia di “So cosa hai fatto”.

Nella seconda Bart e Lisa ottengono dei superpoteri e finiscono per incontrare Xena.

Nella terza Homer ne combina una delle sue, scatenando un’apocalisse in seguito alla distruzione di ogni oggetto elettronico.

La Paura fa Novanta XII

Certe cose non cambiano mai e durante la prima storia dello speciale Homer riesce a far maledire l’intera famiglia da una gitana.

Continuando sulla scia di “Homer fa cose”, nella seconda storia, in pieno stile 2001: Odissea nello Spazio, la casa automatizzata dei Simpson, cerca di ucciderlo per poter cominciare una relazione con Marge.

Infine, in quello che è probabilmente una delle storie di Treehouse of Horror più famose, i Simpson incontrano Harry Potter, con un Mr. Burns nei panni del mago cattivo.

La Paura fa Novanta XV

La prima parte dell’episodio vede come protagonista Ned Flanders, che cerca di evitare la fine del mondo, dopo una visione rivelatrice.

Nella seconda parte, arriviamo nella Londra vittoriana dove una Lisa giovane investigatrice, accompagnata da Bart, cerca di risolvere un omicidio in pieno stile Jack lo Squartatore.

Infine, i Simpson fanno uno strano viaggio all’interno del corpo di Mr. Burns per recuperare Maggie, che è stata ingerita per sbaglio.

La Paura fa Novanta XVIII

Questo episodio tutto dedicato a versioni in stile Simpson di tre film:

vediamo Bart che nasconde un alieno ricercato dal governo, in una parodia creepy di E.T., seguono a ruota Homer e Marge in versione Mr. & Mrs. Smith che cercano di uccidersi in salotto e si chiude con Seven e Ned Flanders che vuole insegnare ai bambini che a peccare ci sono delle conseguenze.

La Paura fa Novanta XXVII

Nell’ultimo episodio di questo speciale di Halloween si comincia con una versione atipica degli Hunger Games in cui i bambini di Springfield sono costretti a combattere tra di loro per la gioia del Signor Burns.

Successivamente l’amica immaginaria di Lisa comincia ad uccidere le sue amiche reali perché gelosa.

Concludiamo con Boe che si sente Colin Firth in questa versione tutta da ridere di Kingsman.

Menzione Speciale

La Paura fa Novanta XXIV

che vanta un opening creata da Guillermo del Toro a.k.a. Totoro-San in persona. É bellissima ed un omaggio a qualsiasi elemento che possa definirsi horror. E poi i riferimenti per nulla casuali a “El Labirinto del Fauno”. Brodo di giuggiole.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...