Aladdin – Dal cartone al Live Action (Spoiler)

Dopo la bellezza di 27 anni di distanza dal cartone animato originale di Walt Disney, esce nelle sale l’adattamento live action del film di “Aladdin” tratto dai racconti de “le mille e una notte”.

Anticipiamo che questa recensione conterrà spoiler. Quindi vi abbiamo avvertiti …. Sapevatelo !!!

Detto questo iniziamo.

Il film presenta delle somiglianze e delle differenze con il prodotto che lo ha preceduto partendo dal prologo del film dove vediamo il personaggio di Will Smith che su una barca racconta la storia del nostro ladruncolo di quartiere ai suoi figli in contrapposizione al mercante notturno che volendo tentare di vendere la lampada magica allo spettatore prova ad incantarlo con una storia.

Si scoprirà che il marinaio presentato ad inizio pellicola non altri è che il genio e questo, riflettendo paragonandolo alla versione originaria, è molto interessante perché in passato vi sono state molte teorie sulla reale identità del mercante e molti sostenevano fosse proprio il genio, visto che nell’ audio originario avevano la stessa voce, ovvero quella di Robin Williams. E questo in parte potrebbe confermarlo. Nice touch!

Dopo il racconto del marinaio parte un pianosequenza davvero bello che “narra” allo spettatore la città e i suoi abitanti dal ceto più basso del popolo a quello più altolocato del castello passando in questo caso dalle guardie fino a Jafar, il sultano e Jasmine. Molto interessante!

A livello di somiglianze la storia segue abbastanza quella originaria, l’incipit è lo stesso, cambiano le intenzioni dei personaggi e anche il loro carattere di fondo.

Jasmine resta un personaggio dal carattere forte, ma un po’ meno grintosa della principessa che conoscevamo. Il suo intento finale è si l’indipendenza e la possibilità di scegliere ma non di sposare chi vuole e per amore, ma di poter governare un giorno al posto del padre su Agrabah. Molto interessante la scelta di farle cantare una canzone da solista sulla volontà di fare sentire la sua voce, aggiunta come new entry all’interno del film.

Il genio ora è diverso, direi, ma in senso buono. È un personaggio modernizzato, più alla mano e con un rapporto più amichevole che paterno e consigliere con Aladdin. Più complice e scherzoso. La distanza di età poi sembra meno, seppur gli attori non siano per nulla coetanei.

Il tasto dolente è il personaggio di Jafar, poco convincente di base nelle espressioni facciali ma anche nei suoi fini e nei suoi intenti. Stona tutto un po’. È troppo giovane ed eredita male le caratteristiche del personaggio che lo ha preceduto, in cui vedevamo un calcolatore rivoltoso e subdolo. Qui abbiamo un ragazzino quasi capriccioso e assetato si di potere ma non nel modo che ci si aspettava. Non aiuta poi una scarsa recitazione, o per meglio dire aver dato a lui un ruolo che non sa ricoprire.

Questa versione filmica poi aggiunge un nuovo personaggio cardine della storia ovvero l’ancella di Jasmine,Daliah. La sua figura avrà la funzione di spalla comica, consulenza per la sua amica e principessa e in seguito l’interesse amoroso del genio, divenendo la moglie e madre dei suoi figli che vediamo ad inizio film.

Dal punto di vista dell’ambientazione e della CGI Agrabah è stata resa abbastanza bene, pur non essendo così maestosa e gigantesca come era stata resa nel cartone, ma mantiene sempre un’aura fiabesca e di magia, con tanto di atmosfera e balli alla Bollywood.

Dal punto di vista delle canzoni, gli amanti del cartone avranno un coccolone o due nel sentire i cambiamenti apportati ai testi, ma ci siamo già passati con “La bella e la bestia” quindi amen, evviva la versione originale che quella non l’hanno del tutto snaturata.

Concludendo non è un brutto remake anzi, è una buona trasposizione che aggiunge e spiega alcuni buchi di trama del cartone come la storia del secondo desiderio non proprio espresso. Quindi consiglio caldamente la visione di questo film, non fatevi ingannare dal trailer che può lasciare basiti, vi farà passare una bella serata.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...