Maria Regina di Scozia – due rette parallele che non s’incontrano mai – NO Spoiler

Mary Queen of Scots (scusateci ma suona meglio in inglese e lo sappiamo tutti) è sicuramente considerato uno dei film storici dell’anno e non c’è da sorprendersi considerando le protagoniste d’eccezione, le straordinarie Saoirse Ronan e Margot Robbie, le location mozzafiato e una storia ancora oggi ricoperta da un alone di mistero e con decine di domande senza risposta.

Ma prima di cominciare nota alla gentile clientela: non ci sono esperte di storia britannica in questa redazione. Quindi, pochi piccoli dettagli a parte, non sappiamo effettivamente quanto la realtà dei fatti sia stata drammatizzata ai fini narrativi. Quindi non prendeteci troppo sul serio (come al solito insomma).

La storia si sviluppa su due fronti tra 1561 e il 1567: da una parte abbiamo Elisabetta, figura di potere già affermata in Inghilterra e dall’altra Maria, appena ritornata dalla Francia, che cerca di riappropriarsi del suo trono in Scozia.

La trama è sviluppata molto bene, creando dei buoni momenti di tensione. Risulta davvero interessante vedere queste due donne di potere che cercano di primeggiare, mentre decine di uomini che credono di essere più capaci di loro cercano di controllarle. Questo elemento è uno dei perni principali del film, questo susseguirsi di uomini che manipolano donne e donne che manipolano uomini, in un loop continuo in cui alla fine tutti sembrano sbagliare.

Quello che ne emerge è una sorta di insofferenza del folto gruppo di nobili maschi a farsi governare da due donne, che sfocia in una crescente competizione dalle due regine che dai suddetti nobili sono consigliate. Questa dinamica sembra fuzionare per la maggior parte del tempo, ma risulta parecchio forzata in alcuni momenti, finendo per indebolire la storia e la sua credibilità. Sarebbe potuto essere utile sviluppare meglio i personaggi secondari: noi sappiamo già come finirà la storia e creare dei filoni secondari interessanti sarebbe potuto essere un buon modo per mantenere alto l’interesse.

A livello attoriale convince molto di più Margot Robbie, che porta in scena un’incredibilmente carismatica Elisabetta, mentre il lavoro di Saoirse Ronan risulta decisamente più blando. Il resto del cast resta sullo sfondo, con performance non esaltanti e a tratti decisamente piatte.

É ben evidente che la regista ha uno stampo prettamente teatrale: le inquadrature e il modo di recitare ne sono una prova evidente e se uno stile del genere avrebbe probabilmente stonato, in un altro tipo di produzione, qui invece si dimostra assolutamente efficiente, con un tono che sembra venir fuori da una tragedia di Shakespeare.

Come in ogni film storico con un budget che si rispetti i costumi e le location sono ottimi, buona la fotografia, conforme con il tipo di film che si voleva realizzare. Il montaggio avrebbe potuto dettare un ritmo più funzionale, perché ad un certo punto le due ore di film cominciano a farsi sentire, cosa che, con un paio di accorgimenti, si sarebbe potuta evitare, rendendo il film più fluido.

In conclusione ci troviamo davanti ad un decente film storico con, a tratti, degli ottimi dialoghi e che rappresenta un buon esordio cinematografico per Josie Rourke; ma che non riesce ad essere memorabile complice una sceneggiatura fin troppo sobria, un montaggio che non riese a fornire un buon ritmo alla narrazione e un cast che non riesce mai a brillare e a nulla servono i tessuti broccati e le corone d’oro.

2 pensieri su “Maria Regina di Scozia – due rette parallele che non s’incontrano mai – NO Spoiler

  1. Andrò sicuramente a vederlo perché adoro la Scozia e la storia del paese. Temo però che come storicità possano esserci delle imperfezioni.
    Ho visto dal trailer ad esempio che in una scena le due donne parlano tra di loro, (se non ho visto male), ma nella realtà mi pare non si siano mai incontrate, ma abbiano conversato esclusivamente per corrispondenza

    "Mi piace"

    1. purtroppo su quello non possiamo dare molte informazioni, ma si nel film si incontrano anche se in realtà l’incontro non è mai avvenuto; ma considera che praticamente sempre nei film che trattano di eventi reali degli elementi vengono modificati per fini narrativi e possiamo assicurarti che la scena non stravolge per nulla le dinamiche.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...