Sex Education – Le serie molto istruttive! … E non c’è niente da ridere

La serie che andiamo a recensire oggi è britannica (e questo fa già tanto) e illustra il rapporto che gli adolescenti hanno con il sesso.

Il protagonista, Otis, non ha ancora avuto esperienze con l’altro sesso e sta vivendo un periodo molto complesso, dovuto anche alla professione di sessuologa della madre, che lui trova inizialmente imbarazzante. Contrariamente alle sue aspettative questo fatto gli servirà molto perché, a volte inconsciamente e altre no, assimilerà le conoscenze, per aiutare i suoi coetanei nei loro rapporti di coppia o personali riguardanti l’intimità.

Sdoganando quei pochi veti che rimangono all’interno della nostra società, come nudo quasi integrale e linguaggio super esplicito all’interno di un teen drama, questa serie è davvero ben fatta e il suo bello è la capacità di unire l’utile al dilettevole, abbinando il piacere di guardarsi una prodotto di qualità, con la spiegazione di argomenti molto interessanti e d’aiuto.

L’intento della serie è dare dei consigli riguardo a problemi comuni che le persone possono avere, tramite dialoghi tra i vari personaggi essa parla allo spettatore.

Proprio perché si tratta di casi molto comuni ognuno di noi può ritrovarsi in almeno uno di essi; questo è ottimo perché non ti fa sentire solo e nemmeno strano o alieno, per il fatto che ti capiti di avere problemi che reputi imbarazzanti ma che in realtà non lo sono per niente. In quel momento, seduti vicino ad Otis, ci siamo noi con i nostri problemi quotidiani a chiedere una mano. Geniale!

A livello attoriale non siamo di fronte a degli attori d’eccezione, ma tra tutti spicca l’attore protagonista, Asa Butterfield, già incontrato tra i vari film anche nel delizioso ”Hugo Cabret”, che convince nella sua parte di adolescente impacciato e timido, nel corso della serie subirà una profonda trasformazione interiore. BRAVO BRAVO!

Altro astro luminoso è Gillian Anderson, conosciuta per il suo ruolo in ” X- files”, che qui interpreta la madre sessuologa di Otis. Seppure il suo arco narrativo non sia stato dei migliori, lei incanta lo stesso col suo charm e la chioma platino, che molto ha ricordato quella di Meryl Streep ne ” Il diavolo veste Prada”.

Seguono a parimerito: Emma Mackey, che interpreta la bella e tormentata Maeve, Ncuti Gatwa, nel ruoto di Eric. Entrambi sono riusciti ad interprete, molto bene, gli ardui ruoli di due personaggi che all’apparenza risultano stereotipati, ma che avranno un grandissimo sviluppo. In particolare Gatwa , che riesce ad interpretare con delicatezza e maestria un personaggio omosessuale senza risultare una macchietta.

Concludendo questa serie riesce a stupire e a cogliere nel segno, prodotto promosso a pieno dalla nostra redazione, regalandoti anche qualche piccola risata dopo tanta serietà, che diciamocelo non guasta mai.

Perché, come già detto per ”A Discovery of Witches”, CAUSE BRITISH DO IT BETTER !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...