Titans – Quattro su cinque… ma non formalizziamoci troppo

Distribuita negli Stati Uniti da DC Universe e tramite Netflix nel resto del mondo, la serie segue le vicende della T. T. squad che tanto abbiamo adorato durante la nostra infanzia – adolescenza…con l’eccezione di Cyborg… ma amen non possiamo avere tutto dalla vita, giusto?!?.

Premettiamo che questa sarà una recensione non spoiler e quindi povera di informazioni, visto che la serie è uscita da pochissimo.

Detto questo iniziamo!

Trama

Un Dick Grayson, a. k. a. Robin, ormai cresciuto diventa un detective della città di Detroit, distaccandosi definitivamente da Batman. Qui incontrerà Rachel Roth – Raven e insieme a lei, Kory-Starfire e Garfield – Beast Boy formeranno una squadra di difensori del bene.

La serie ha dei toni molto cupi e misteriosi e le scene di azione sono violente con annesso un pò di sangue di qua e di là.

La costruzione dei personaggi non è male, ma se comparata alla serie cartoon ci sono moltissime differenze, una fra tutte la loro psicologia:

– Robin e Starfire sono molto più adulti e introspettivi, quasi distaccati e disinteressati.

-Raven qui è molto insicura e dimostra più sentimenti umani.

– BB è un pò meno stupidottero, ma sempre adorabile.

Quindi se vista da questo punto di vista, la costruzione ha delle incongruenze, al contrario se presa invidualmente è una nuova rilettura dei personaggi, forse più simile ai fumetti.

Dal punto di vista del design dei personaggi, tutti hanno subìto una modifica, sono stati resi un pò più moderni a partire da Raven, ora fiera dei suoi anfibi e del suo chocker intorno al collo, mentre Robin è in borghese e senza maschera.

BB forse è l’unico che ha mantenuto uno stile simile al suo concept originario, con una spruzzata di J-pop.

E… Starfire.

Su questo ci vogliamo soffermare. Sono emerse molte critiche riguardo al suo personaggio, definendolo simile ad una drag queen….

Sapete che ne pensiamo noi?

Visto che la produzione ha optato per qualcosa di più moderno, questo stile bene si addice a un personaggio come lei. Le paillettes , i vestiti vistosi, il trucco molto colorato e luminoso si sposano bene con il suo essere fuori dai canzoni. APPROVATO!

La serie nel complesso non è male, grazie anche alla sua chiave un pò più moderna e cupa, ma questa è un arma a doppio taglio. A volte ci dimentichiamo che stiamo guardando una serie con dei supereroi, visto che le scene con i poteri non sono tantissime comparate a quelle di dialogo, quindi su questo fronte pecca.

Dal punto di vista della narrazione la storia è stata costruita bene, con un crescendo fluido. Alcune scene forse sono un pò inutili, perché non aggiungono molto alla storia, ma nel suo complesso hanno fatto un buon lavoro.

Gli effetti speciali non sono male, nella la resa dei poteri oscuri di Raven, un pò meno bella la CGI delle trasformazioni di BB.

Quindi nel complesso possiamo dire di essere più o meno soddisfatte della nostra visione, anche se ci aspettavamo molto di più, perché avevamo un’idea completamente diversa dei Titans.

Consigliamo questa serie?

Si e no, dipende da cosa vi aspettare di vedere. Se provate a guardare e a pensare a questo prodotto come qualcosa di distaccato dai cartoni originari e a come qualcosa di diverso, allora si, ma se invece cercare una trasposizione molto fedele ad essi non ci sentiamo di consigliarvela.

Un pensiero su “Titans – Quattro su cinque… ma non formalizziamoci troppo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...