Film Top&Flop 2018 e i momenti di cinema altissimo

Il 2019 è ormai alle porte ed è arrivato il momento di tirare le somme dell’anno che sta per concludersi: pranzi in famiglia, cene in solitaria, progetti terminati, progetti mai iniziati, viaggi della vita, viaggi della speranza…

E con i film la cosa funziona nello stesso modo: eccoci quindi alla nostra top (10) e flop (5) dei film usciti quest’anno. Prima di cominciare e ricevere la vostra ira, un paio di premesse necessarie alla nostra sopravvivenza:

  • i film presi in considerazione sono quelli visionati dalla redazione e usciti in ITALIA dal 1° Gennaio 2018 al 20 Dicembre.
  • quando scriviamo top&flop non intendiamo il tutto in maniera assoluta e con flop intendiamo prevalentemente i titoli da cui ci aspettavamo di più; che ci hanno deluso, non film orribili che dovrebbero dissolversi nell’etere.
  • noi non siamo guru del cinema (altrimenti mica ci trovavate qui), non possediamo la Walt Disney Company, né tantomeno vantiamo la somma esperienza in cinema di Truffaut.

Dettociò, prima di buttarci sulla lista ufficiale, lasciateci dare il nostro Top Ad Honorem ad un piccolo gioiellino che abbiamo recuperato solo ieri. Dopo il mega flop dello scorso anno, in questa settimana di fine 2018, la Sony ci ha regalato aria fresca nei nostri polmoni nerd. Perchè, signori miei…

tumblr_p0pkt5RNWE1r7jvayo5_540
 

COSA NON E’ QUESTO FILM!?!?

 

Cara Mamma Sony, se ci dai un film così anche ogni 5 anni, puoi sparare tutte le c****a sulle Emoji che vuoi.

 

TOP

Chiamami col tuo nome

Premessa. Siamo di parte.

Va bene?

VA BENE?

E anche se non lo fossimo il film sarebbe comunque tra i Top perché è oggettivamente straordinario. Così bello che dopo un anno ancora ci mancano le parole per descriverlo e ci ritroviamo con una serie di balbettii incomprensibili. Guadagnino è riuscito a ricreare un’ambientazione incredibilmente poetica, che si accompagna magistralmente ai dialoghi straordinari di quel genio che è James Ivory (che dopo la camicia degli Oscar ha tutta la nostra stima da qui alla fine dei giorni) e le musiche sono tutt’oggi la colonna sonora dei nostri film mentali e dei momenti di riflessioni esistenziali.

original

Sulla mia pelle

Sulla mia pelle resta la rivelazione dell’anno perché non era per niente un film facile, per una serie infinita di motivi che non stiamo qui ad elaborare. Cremonini è stato in grado di gestire la storia più che spinosa in modo adeguato e rispettoso, ma non per questo meno atroce. Alla fine della visione si resta un po’ scioccati e un po’ colpevoli, ma con la consapevolezza di aver usato due ore per vedere qualcosa di davvero significativo.

 

Incredibili 2

Ma voi avete idea per quanti anni abbiamo aspettato questo film? 14. Che quando hanno annunciato la data è partito il trenino con trombette e cappellini che in confronto Capodanno sembrerà una serata grigia e cupa.

Gli Incredibili 2 non è il sequel perfetto, ma ci va molto vicino, con lo stesso mix vincente tra azione e dinamiche familiari che hanno reso famoso il primo film. Menzione speciale ad Edna, che resta la nostra fashion guru e che era più attesa di una rockstar e al piccolo Jack-Jack e alle sue zuffe con i procioni (che momento altissimo).

Señales-de-que-eres-edna-modas-2

Tre manifesti a Ebbing, Missouri

Il film premiato dalla critica e dalla trama cruda e malinconica conquista anche noi, siamo rimaste affascinate dalla bravura della tormentata figura della madre, interpretata dalla McDormand, donna distrutta senza niente al mondo che un unico figlio con cui non ha più in legame solido.

È un film così tristemente vero che ti tocca il cuore, sotto la corazza dura e ruvida del personaggio della McDormand percepiamo tutta la fragilità di una donna alla deriva che con un coraggio da leonessa tira fuori con un gesto di rivolta il suo desiderio di scoprire cosa sia veramente successo. Interpretazione a dir poco magistrale.

Ottimi anche Rockwell e Harrelson, che sono stati capaci di mostrare le emozioni profonde di due anime perse, che troveranno di nuovo la strada anche grazie all’incontro con Mildred.

Veramente una bellissima pellicola, che ti fa comprendere a pieno il dolore e la rabbia di una donna in cerca solo della verità.

tumblr_oz1xwpXjtx1spp6t1o2_500

ROMA

Alfonso mon amour. Lo sapevamo che non ci avresti deluso. Credevamo in te. Abbiamo sperato e desiderato che a Venezia Guillermo ti votasse. É stato di parte? Non ci importa. In amore e in guerra tutto è concesso e la lotta dei film messicani verso l’Olimpo del cinema è una causa giusta che tutti dovremmo supportare.

ROMA è pura poesia, uno dei film più evocativi a livello visivo non solo del 2018, ma degli ultimi anni in generale ( insieme ad Animali Notturni di Tom Ford), che se non arrivano nomination per le categorie tecniche “É un affronto! É uno scandalo!” [cit.].

La storia, sicuramente la più personale per Cuarón, è semplice e lineare, ma resa magnificamente, in un travolgente mix di dinamiche familiari e sociali che portano avanti l’intera vicenda.

giphy

L’ora più buia

Il film Biopic sull’ascesa e l’affermazione di Winston Churchill ci ha conquistate, stregate e lasciare con il fiato sospeso.

Un magnifico Gary Oldman interpreta il famoso Prime Minister britannico, ricreando i suoi movimenti con una classe e una bravura impeccabili (l’Oscar, per una volta, non è stato assegnato a caso).

Nella più tetra, oscura ora risalente al secondo conflitto mondiale, Churchill cercherà con tutta la sua astuzia, volontà e il suo coraggio di far prevalere il suo pensiero e a non stringer un patto con la Germania, andando contro l’opinione di molti.

La fotografia è spenta, cupa, sottolinea la tristezza e la crudeltà del tempo, è polverosa, grigia come se volesse ricreare l’atmosfera del campo di battaglia.

Il film è duro, introspettivo e drammatico ma ti tocca nel profondo e ti riporta indietro nella storia. Una pellicola davvero ben riuscita.

tumblr_otdhx9JhUK1rrkahjo5_540

Jurassic World – Fallen Kingdom

Quando ti dicono che uno dei franchise più lucrosi di sempre è finito nelle mani di un regista di film horror qualche dubbio ti assale; perché sappiamo tutti che gestire un’isola piena di dinosauri non è cosa da tutti (sia nella realtà che nella finzione).

L’idea di un Jurassic Park con degli elementi del cinema del terrore suonava super interessante, ma non esattamente semplice da realizzare. Ma il film è stato una sorpresa. Certo non perfetto, pieno di momenti in cui era evidente la difficoltà di un regista nuovo al genere, ma che ha creato spunti super interessanti per il prossimo film e decisamente molto più “autoriale” del precedente, con uno stile tutto nuovo per un franchise che aveva davvero bisogno di svecchiarsi.

giphy (1)

La forma dell’acqua

Guillermo del Toro torna a deliziarci con una “fiaba” che ci riporta alla memoria il bellissimo film ” Il labirinto del Fauno” e le sue belle atmosfere cupe.

La storia, seppur non molto originale, riesce a conquistare per la sua sensualità, il suo romanticismo e la sua dolcezza. Descrive una storia d’amore poetica e naif: i due protagonisti sono puri, come due bambini e incroceranno le propri vite tramite un legame che scalda il cuore e che non può farci sorridere e tifare per loro.

La fotografia è stupenda, dipinge atmosfere buie ma accoglienti, se volete surreali ma molto intime e confortevoli. I momenti che presentano solo i due protagonisti in scena sono stupende, i loro corpi che interagiscono sono aggraziati, paiono danzare. Meraviglioso.

Nel complesso un film molto godibile, da gustare, se volete con una persona speciale accanto a voi.

giphy (2)

Black Panther

Questo film ci preoccupava. Essendo l’ultimo cinecomic Marvel prima di Infinity War la paura era che ci ritrovassimo davanti due ore di trama senza senso per aprire le porte al capitolo successivo, ma fortunatamente ci sbagliavamo di grosso ed è stato amore.

Ci siamo innamorate della storia (Simba, is that you?), dei costumi (per Merlino, i costumi!) e pure della musiche (che non sono esattamente il nostro genere prediletto).

E poi che cast con i fuochi d’artificio, con Danai Gurira che spacca nel ruolo di Okoye; Michael B. Jordan, che finalmente porta in casa Marvel un cattivo degno di questo nome; Letitia Wright che interpreta la sorella minore nerd che tutti vorremmo e Winston Duke che vuole fare tutto il duro ma poi ha il cuore tenero come quello di un marshmallow.

Si meritano una standing ovation e tutto il nostro amore.

3wWv

Avengers – Infinity War

Finalmente un film sugli Avengers degno di questo nome. Eggià perché era dai tempi del primo capitolo, nel lontano 2012, che non uscivamo dalla sala così soddisfatte: Age of Ultron è rimasto nel limbo della mediocrità e Civil War sarà per sempre ricordato come la più grande caciara di sempre.

Quindi ci siamo dirette in sala pregando il dio del cinema di mandarcela buona. E lui a quanto pare ha ascoltato perché OMG cosa abbiamo visto! Tanti di quei supereoi da bastarti per un anno intero, tutti insieme per sconfiggere il supercattivo. E non un semplice supercattivo Marvel senza spessore, ma uno con una storia alle spalle!

Due ore al cardiopalma terminate, purtroppo, con la prospettiva di un lungo anno di attesa per il capitolo succesivo.

e05bb1111c255e683b7e8d84b78b72f1

FLOP

Mamma Mia! Ci risiamo

Sin dall’uscita del trailer la trama di questa seconda pellicola era parecchio intuibile…. e questo prometteva già malissimo. Aveva già un incipit povero, non avevano bisogno di vedere la vita di Donna prima della nascita di Sophie… sapevamo già come si erano svolti i fatti, perché raccontarlo ancora?! Business? Anche no grazie. L’aggiunta di clamorosi buchi di trama poi non ne parliamo, hanno peggiorato solo la situazione impedendo di salvare il salvabile . Davvero una delusione.

Però se pensiamo a Cher che canta Fernando ridiamo ancora.

anigif_sub-buzz-26210-1531429664-17

Lo schiaccianoci e i quattro regni

Ci sentiamo davvero deluse da questo film, aveva un ottimo potenziale e prometteva davvero bene. Le atmosfere e la chiave di lettura un pò cupa del classico erano davvero un ottimo punto di partenza, ma per colpa della trama e della sceneggiatura la storia è risultata insipida e già vista e rivista. Davvero un peccato!

tumblr_p17ovjQswk1ra34f4o2_500

Come ti divento bella

Noi stiamo ancora cercando di capire cosa esattamente non funzioni di questo film. Perché l’idea di partenza poteva anche essere tollerabile e Amy Schumer come comica non ci dispiace. Ma guardandolo l’insofferenza cresce man mano che il film prosegue. La verità è che il tutto è fin troppo caricaturale, eccessivo, tutto è concesso senza alcun tipo di limite alla decenza. E alla fine quello che poteva essere un film divertente si trasforma in demenziale, che è tutta un’altra faccenda.

amy-schumer-i-feel-pretty-movie-review-roundup

Maria Maddalena

Il problema di questo film è che ci aspettavamo WOW e invece è stato mèh.
Insomma, una produzione che parla della riabilitazione del personaggio di Maria di Magdala ce l’aspettavamo molto più grintosa.  Invece il film è incastrato in un’eterna contemplazione: noi contempliamo, Maria che contempla a sua volta Cristo. Fissiamo una pellicola incantata che indugia nei silenzi, rendendo sterile e rarefatta una storia già eccessivamente purificata da ogni tipo di sanguinoso realismo.

Visivamente l’unica cosa a salvare il film è la fotografia. Le qualità attoriali non mancavano, ma a venire meno sono state le dinamiche tra  i diversi personaggi, specialmente Gesù e Maddalena stessa.

tumblr_p5o8jcDt1i1up42jgo2_540

Red Sparrow

Red Sparrow è un film che, se un senso ce l’ha, sta unicamente nel potere: chi non lo ha e cosa si è costretti a fare per raggiungerlo. E il vero problema è che la Lawrence queste dinamiche riesce anche a metterle in atto nel modo giusto, concedendosi alle telecamere sotto un’ottica inedita. Poi qualcosa si perde.
Ci si perde nei tempi, nelle interrelazioni tra buoni e cattivi, nelle scatole cinesi di intrighi e si allunga talmente tanto il brodo da avere come risultato una rammaricata zuppetta annacquata.

original (1)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...