Come ti divento bella: se solo avessero chiamato un dottore – NO Spoiler

Quarta anteprima in quel di Giffoni e stavolta ci si allontana dagli horror discutibili e dai film pagati dalla Disney per approdare sulle sponde di Come ti Divento Bella, film sulla falsariga (più sboccata e meno politically correct) de Il Diavolo Veste Prada.

q10.gif

La trama è semplice quanto malata (letteralmente) : Renee ci viene presentata come quelle persone che dicono davanti allo specchio di essere grasse e brutte, quando in realtà non lo sono manco di striscio; lei è sì una taglia forte, ma non è certamente un caso disperato come crede di essere. Si fa mille problemi, lavora nella piccola sede distaccata (che ci tiene a precisare si trova a Chinatown) di una grande azienda di moda, i cui uffici principali sono accanto casa di Serena Van Der Woodsen.

tumblr_inline_musp1ozGoN1s7ww1g

Mentre si ostina a prendere lezioni di spinning, una di quelle attività spaventose  e demoniache dove c’è un motivatore che strilla in un microfono h24 e che la gente si ostina comunque a seguire, si sfracella al suolo e sbatte la testa.
Invece di, che sò, chiamare un ambulanza, farsi una TAC o una visita neurologica; lei improvvisamente si vede bella, ma bella livello Angelo di Victoria’s Secrets,  e gasata all’inverosimile, decide di cominciare la sua scalata al successo. Come? Diventando receptionist dell’azienda, nel loro bell’ufficio patinato.
Da questo momento in poi si susseguiranno una serie di imbarazzanti incontri ed eventi.

Cominciamo dal cast: a guidare l’allegra brigata Amy Schumer, che i tempi comici ce li ha, ma che forse sarebbe potuta sopravvivere con qualche battuta in meno e qualche respiro profondo in più. Segue a ruota Michelle Williams, la boss dell’azienda, che è allo stesso tempo un piccolo fiorellino di campo e che corre sulle decolleté like a pro; peccato per la sua doppiatrice, che innervosisce oltre misura con la sua vocina afona. A questo delicato petalo di rosa si affianca il fratello, interpretato da Tom Hopper, che è restato figo come ai tempi di Merlin. Meno belle le urla delle tredicenni che accompagnavano ogni sua apparizione sullo schermo. OGNI. SUA. APPARIZIONE.

giphy (7).gif

Capiamo che è una visione, ma quando avevamo 14 anni nessuna di noi urlava come un’ossessa quando lui, tutto figaggine, muscoli e bicipiti scoperti, brandiva una spada per difendere Re Artù. E ne avevamo più diritto di loro.
Ultimo membro dell’allega compagnia è l’interesse amoroso di Renee, interpretato da Rory Scovel, povera anima che si ritrova a dover avere a che fare con una tizia esplosiva, senza alcun tipo di filtro. Un santo. Menzione speciale a Mallory, interpretata da Emily Ratajkowski, che è un po’ la Fata Turchina della situazione.

Il merito del film sta nell’inserire nella trama ogni cliché del genere da Harry ti presento Sally a Bridget Jones; professando questa convinzione che per essere bella basta sentirsi tale, che è un’affermazione su cui soffermarci a lungo e che è il mantra che ci viene propinato ormai in continuazione, ma che onestamente non attacca. Ma nonostante gli elementi più che banali, il film scorre via abbastanza facilmente e diverte gli spettatori, anche quando questi non si ritrovano d’accordo con le conclusioni della protagonista. Sicuramente non siamo davanti ad un capolavoro, ma per passare una serata in compagnia, senza troppe aspettative, può anche andare.

 

3 pensieri su “Come ti divento bella: se solo avessero chiamato un dottore – NO Spoiler

  1. Tom Hopper è figo, ma che odio quando gli spettatori urlano in sala!!
    Io dovrei andarlo a vedere quando esce, con delle amiche. Non ho chissà quali aspettative, anche perché come hai detto tu non si tratta di un capolavoro e quindi vado già con quella convinzione.

    Piace a 1 persona

    1. Il film è uscito ieri, noi l’abbiamo visto circondato da tredicenni. Capiamo, bel ragazzo e tutto, ma ad un certo punto la cosa è diventata davvero odiosa.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...