Speciale Halloween – Brividi a puntate


Ottobre è arrivato.
Cosa c’è di meglio per noi mutande se non accucciarci sul divano con copertina, tazza formato Polifemo di cioccolata calda e serie tv?
Ve lo dico io, farlo rimpinzandoci di terrore e sangue.

Si perchè le foglie cadono, le zucche maturano e Halloween si avvicina sempre più; ma magari voi ancora non sapete cosa guardare durante la notte più spaventosa dell’anno.
Nessun problema, popolo del web! LoserPants è qui in vostro soccorso.

Ci vuole qualcosa di terrificante? Intrigante? Qualcosa che faccia urlare ma anche divertire? Da brave mutande madrine abbiamo recuperato grandi classici e piccoli gioiellini moderni, per accontentare tutti i più orridi e sanguinolenti gusti.

1.    BUFFY – L’AMMAZZA VAMPIRI


Cominciamo dalla regina.
Si perchè potranno passare anni ma Buffy restarà la unica e sola queen del terrore.
Creata da Joss Whedon nel 1997, la nostra cara Cacciatrice è ancora tremendamente attuale e divertente. Ma diamo due cenni di trama a qualche giovincello del pubblico:

Buffy Summers, adolescente di Los Angeles, scopre di essere la prescelta, che si erge contro i vampiri, i demoni e le forze delle tenebreSi trasferisce quindi nella ridente cittadina di Sunnydale che, guarda che c***, si trova proprio sopra la Bocca dell’Inferno e qui inconterà il resto della Scoobie gang, che la sosterrà nella sua lotta contro il Male.

Buffy è sicuramente un must, perfetta da rivedere, o vedere – se siete tra quei pochi che ancora non hanno incontrato la bionda atomica, shame on you  – .

Gli episodi belli sono davvero tantissimi: restando in tema c’è Halloween 2×06, oppure gli inquietanti e silenziosi Gentiluomini di L’urlo che uccide 4×10, più classico Il morso del vampiro 5×01 con la partecipazione di sua eccellenza Dracula; ovviamente ultimo ma non per importanza abbiamo Welcome to the Hellmouth (in italiano Benvenuti al college), il pilot della serie che, sebbene non sia qualitativamente alla pari degli altri episodi, presenta per la prima volta la nostra Scooby Gang, che per sette lunghe stagioni salverà il pianeta circa un miliardo di volte.

2. Lucifer


Halloween; parliamo di mostri, vampiri, demoni, streghe e non parliamo di lui?
Annoiato, infelice e stanco di infliggere punizioni, Lucifer Morningstar (quando si dice un nome ridondante …) decide di prendersi una vacanza e trasferirsi a Los Angeles.
Apre un locale notturno e, dopo una serie di equivoci, finisce col diventare il collaboratore della detective Chloe Decker, a cui il nostro Diavolo è particolarmente interessato, poichè la donna sembra essere l’unica persona immune ai suoi poteri.

Ammetto di aver cominciato la serie, incuriosita dalle polemiche delle mamme-pancine americane che urlavano al satanismo e alla salvezza dell’anima della propria innocente prole. Quindi, grazie batuffole!1!!1

Effettivamente, il Signore degli Inferi non è mai stato così accattivante.
Non è solo un bel visino su un corpo statuario, è anche fascino, umorismo, carisma e buona dose di un poshissimo accento british, che già da soli  sarebbero benissimo capaci di reggere l’intero show. Tuttaltro che banale, Lucifer non è la classica e noiosa rappresentazione di crudeltà gratuita che ci rifilano da ormai da secoli. Tom Ellis è semplicemente pazzesco nel suo ruolo, il personaggio è estremamente curato, vulnerabile e umano, tanto da invitarci spesso a riflettere sui concetti di Bene e Male.

L’episodio di Halloween ha un nome iconico, Monster 2×06, ma in pratica sono tutti belli, quindi dateci dentro con il recupero, o in caso re-watch!

3.  Penny Dreadful

Cosa hanno in comune un misterioso pistolero americano, Dorian Grey e il dottor Victor Frankenstein? Semplice, la nostra intrigante Miss Ives.
La trama di Penny Dreadful è semplice ma non banale: Vanessa Ives e Sir Malcom Murry, sono alla ricerca di Mina, figlia dell’uomo e amica di infanzia della protagonista, scappata di casa dopo essersi innamorata di un vampiro, che tuttavia non è il peggiore dei mostri in circolazione…

Horror.
Bellissimo, splendido, devastante, sanguinolento horror.
Ambientata nella Londra di fine Ottocento,  la serie affronta tutte le declinazioni che può assumere l’oscurità, conducendo i protagonisti a fronteggiare il proprio lato oscuro.

Oltre ad una sceneggiatura magistrale e costumi davvero fantastici, il cast è di tutto rispetto: da Josh Hartnett a Billie Piper passando per Timothy Dalton, Reeve CarneyHarry Treadaway e un intensissimo Rory Kinnear. Cardine della storia, un’immensa Eva Green, che infonde nel suo personaggio, Vanessa, tutta la bravura e il fascino che già sapevamo possedesse.
L’universo oscuro di Penny Dreadful gravita attorno a lei, impossibile non guardarla.

Ogni episodio è estremamente curato. Da segnalare: Lavoro Notturno 1×01, pilot inquietante e perfetto già dall’incipit, Seduta spiritica 1×02, Verbis Diablo 2×02 e Un filo d’erba 3×04.

4.  iZombie

Una Veronica Mars stile zombie?
Il creatore della serie è infatti proprio Robb Thomas.

Olivia Moore è una giovane studentessa di medicina che, dopo essere stata infettata e uccisa ad una festa, si risveglia con l’aria un po’ più smorta e con una strana voglia di cervelli. Durante la smania di nutrimento, si accorgerà di poter accedere ai ricordi delle vittime dell’obitorio, dove inizierà a lavorare come assistente del medico legale e ad aiutare il detective Babineaux a risolvere casi. Tutto fantastico (più o meno) se non fosse che altra singolare conseguenza del nutrirsi di cervelli è che la protagonista assume anche il comportamento del deceduto di turno.

Rose McIver, prestavolto di Olivia, fa un egregio lavoro adattando il suo personaggio ad una persona diversa per ogni episodio. Consigliamo proprio il pilot di iZombie per la serata dei mostri.

5.  I segreti di Twin Peaks


Per chi ama i classici-ma-non-troppo, durante la notte delle del terrore può guardare l’inquietante e sovrannaturale cult di David Lynch e Mark Frost.
La trama si svolge nella cittadina di Twin Peaks, dove avviene il ritrovamento del cadavere di una ragazza, Laura Palmer. Le indagini sono affidate all’agente Dale Cooper, che durante la ricerca scoprirà il lato oscuro della cittadina e dei suoi abitanti.

La paura non è solo sangue e viscere, ma come il buon Hitchcock insegnava, è spesso dettata dall’attesa e dalla suspance. In Twin Peaks è l’ansia a farla da padrona, distribuita un po’ ovunque, in rime sparse, dal pettirosso della sigla al nano nella stanza rossa; dall’ombra sulla scomparsa di Laura Palmer alla spettralità della segheria.

Unica nel suo genere, dall’atmosfera inquietante e surreale, fin da subito ha attirato gli spettatori diventando un must. Tutti gli episodi sono addatti ad una notte di Halloween, tanto vale cominciare dal primo, no?

6.  Bates Motel

Parlando di Hitchcock e posto che tecnicamente non è un prequel di Psycho, Bate Motel  ne richiama tuttavia il mood e le atmosfere, rievocando il maestro del brivido.

Riprendendo i personaggi di Norma Bates e del figlio Norman, ci spostiamo a White Pine Bay, dove la donna ha comprato un motel. La stessa notte in cui i due giungono in città, un uomo si introduce nella loro nuova casa e cerca di violentare Norma, ma il figlio riesce a salvarla, stordendo l’uomo. La donna, traumatizzata, accoltella a morte l’aggressore. Madre e figlio decidono di liberarsi del cadavere, gettandolo in mare, ma ben presto, lo sceriffo e il vice sceriffo noteranno la mancanza dell’uomo in città.
Intanto Norman comincerà a soffrire di alcuni blackout temporanei, che metteranno in luce una personalità mutevole e pericolosa.

Insomma, una scelta perfettamente in linea con le aspettative di una notte da brividi.

7.  Salem

Ad Halloween non possono non esserci le streghe e in questa serie tv non sono delle streghe qualunque, ma quelle che abitavano Salem.

Siamo nel 17esimo secolo e alcune donne hanno donato la propria anima al Diavolo.
Le protagoniste, perseguitate e costrette a vivere nell’ombra, con le loro magie riescono a controllare chi si oppone a loro, ma nonostante questo non riescono a nascondersi, finendo sulla pubblica piazza con l’accusa di essere malvagie.

La serie si impegna a restituire in maniera realistica la Salem dell’epoca.
Le scenografie accurate, l’attenzione ai costumi, la minuziosa cura nei dettagli fanno da sfondo ai personaggi i cui modi di pensare e di agire, la cui fede invasata e le cui paure irrazionali restituiscono il senso più profondo di quel puritanesimo che fu responsabile della degenerazione di un malato fanatismo, in nome del quale giustificare ogni violenza contro innocenti frettolosamente marchiati come colpevoli.

I temi trattati, lo sfondo horror e un cast di tutto rispetto sono solo alcuni dei motivi per cui questa serie merita davvero tanto, nonostante sia stata cancellata dopo sole tre stagioni. Tanto vale recuperarla.

8.  Castle

Poichè mi mancano i sabato sera passati a mangiare schifezze con le mie coinquiline guardando Castle, presa da sta botta di nostalgia, consiglio Weekend con i vampiri 2×06

La trama è semplice: Castle sta organizzando una festa di Halloween a casa ed invita anche la detective Beckett, che nel frattempo è indaga sull’omicidio di un ragazzo trovato morto al cimitero, con un paletto di legno conficcato nel cuore.
Metto l’episodio in lista anche perché Castle indossa per la festa un costume da cowboy dello spazio, che è lo stesso del capitano Mal Reynolds, personaggio interpretato sempre dall’attore Nathan Fillion, nella serie Firefly.

E se ai vampiri preferite gli zombie date una chance a La Notte degli Zombie Ambulanti 4×22 in cui sembra proprio che la vittima sia stata uccisa dai morsi di morto vivente, dando il via alle solite teorie improbabili del nostro scrittore di gialli preferito.

Ah, ovviamente se non avete mai guardato Castle, aggiungetelo alla lista dei recuperi!

9.  I Simpson

Hey, abbiamo detto tutti i gusti!

La paura fa Novanta è un appuntamento fisso di ogni stagione de I Simpson: in ogni  episodio speciale si susseguono tre storie brevi in cui i protagonisti interpretano esseri demoniaci (come il signor Burns prestavolto di Dracula o Ned Flanders nei panni del Diavolo), oppure mettono su una parodia di un horror, facendo il verso a qualche cult.

Dovendo scegliere uno dei tanti speciali di Halloween, suggerisco il numero cinque in cui Homer prende i panni di Jack Torrance, protagonista di Shining, e il numero nove perchè Hell Toupée è inquietante e spassosissimo allo stesso tempo, ma una bella maratona non sarebbe un’idea tanto malvagia.

10. Stranger things

Perchè il 27 ottobre approda su Netflix la seconda stagione.
Avete davvero bisogno di altri motivi per darvi al rewatch selvaggio?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...