“Cars 3” – la Royal Rumble dei bolidi firmati Pixar [ANTEPRIMA]

Oggi voglio portare la vostra attenzione sulla prima anteprima internazionale che il Giffoni Film Festival ci ha messo a disposizione, facendoci risparmiare altri 5€ di biglietto che avremmo rimpianto .

Avendo posto l’anteprima durante la prima serata del festival,  ci è venuto subito da pensare “Okay, la prima sera metteranno sicuro un’anteprima da bomba”.
Vi assicuro che quella sera una bomba c’è stata per davvero.
Nella mia testa.
In mezzo a cento bambini che parlavano, senza farmi capire una beata cippa del film.

Parliamo del terzo capitolo della saga dedicata ai bolidi da pista, firmata Pixar.

(Che apparentemente ci teneva a farci capire per la terza volta, quanto sia favolosa la vita di un’automobile a confronto della nostra, passata tra patatine, divano e serie tv.)

img_0161.gif

 

Cars 3.

source.gif
In Cars 3, ritroviamo il nostro Saetta McQueen, che, come al solito, si ritrova a passare da sfigato della situazione, campionissimo; trovando sempre la sciorta di arrivare primo all’ultimo secondo e facendoci così credere che tutti possono avere un momento LoserPants (morale: siate SEMPRE gentili con una mutanda sfigata.)

Come preannunciato, anche questa volta si trova a competere per il titolo di campione contro una new entry (con un nome a mio parere molto più originale e figo) quale Jackson Storm.

Anche se le domande senza risposta lasciate dal film sono tante – Chi siamo? Da dove veniamo? Perchè ci sono dell CowCar!? Perchè le automobili fanno pilates!? Perchè una di noi si è addormentata poco dopo l’inizio del film e  ha sognato Crichetto che annunciava un photocall!?– ; tutto sommato, ammetto che questo terzo capitolo è stato più piacevole del precedente, che mi ha fatto dormire per 3/4 di film.
Non mi dilungo molto, visto che il film uscirà nelle sale cinematografiche a Settembre, ma ci tengo a concludere lasciandovi un piccolo consiglio sul perchè, secondo me, Cars 3 merita la visione:

LOU.

pixars-lou.jpg

Il corto Pixar è riuscito in pochi minuti ad oscurare i 109 minuti del lungometraggio e resta il motivo principale per cui consiglio vivamente di spendere quei 5 euro ed andare al cinema.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...