Di Chicken uccisi e altre storie

Giffoni Film Festival 2017.

18 Luglio. 01:24 di notte.

Intorno ad un tavolo ci sono 8 finte esperte di cinema occupate in una rievocazione della Tavola Rotonda.

La tavola è palesemente rettangolare. Il sonno dilaga. La Instagram Stories mania pure. Ma non è questo il punto.

just-you-wait

Il fulcro di tutto sono i caduti di questa edizione del festival, appena cominciata, che però ha già mietuto troppe vittime.

200.gif

Il primo è stato un chicken ingiustamente coinvolto in un conflitto familiare. A lui va tutto il nostro amore.

Troppo presto l’ha seguito il povero Cat-Y-Perry: portato alla morte dall’indifferenza di genitori degeneri. Il suo funerale resterà nella memoria di molti.

Il terzo giorno un cinghiale è caduto durante una battuta di caccia.

Neanche mezz’ora dopo è stata l’ora della dignità all’interno di una famiglia messicana (e della salute mentale di mezza giuria). I livelli di trash raggiunti erano così alti che fino all’ultimo si è pensato che fosse l’ennesimo troll di Marlene King.

L’acidità dilaga. I commenti cattivi anche di più.

Le critiche colte (non nostre) vanno da Pirandello (citare giochi di maschere rende sempre trasgressivi), fino a giungere alla spirale aulica del sommo Leopardi, ma passando per Kafka, che altrimenti ci resta male. Senza dimenticare l’importanza dell’acqua, che tutti bevono e dell’aria, che respirano.

A questo punto, però, ci siamo resi conto che siamo sì circondati da intellettuali, ma un animalista manco a pagarlo.

Il susseguirsi di queste perle è intervallato da pochi momenti di gioia.

La Somma Julianne Moore, discesa tra noi come Beatrice nel Paradiso di Dante.

Il Giallini Late Show ©

I Jackal e il termostato.

Finalmente giunge anche a noi l’Illuminazione (tra una pennica di Serena e uno sbadiglio di Camilla).
Tutto deve essere condiviso. Ed è per questo che nasce Loser Pants.
Per questo e per il fatto che alle 8 finte esperte mancano i cornetti gratis offerti dal festival, che tenevano a bada l’acidità, adesso malamente repressa, che ora dovrà essere incanalata qui; almeno si spera.

cheers

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...